LA STORIA E LE GRANDI RIVALITA’ DEL CICLISMO A PONTE DI LEGNO

“Quasi nemici” di Dario Ceccarelli spunto per ripercorrere le sfide più entusiasmanti

PONTE DI LEGNO - Il grande ciclismo è tornato ancora una volta alla ribalta a Ponte di Legno. Nell’ambito della rassegna “Una montagna di cultura…la cultura in montagna”, al Centro Congressi Mirella, si è parlato delle grandi sfide delle due ruote, prendendo spunto da “Quasi Nemici” (Minerva Edizioni), il libro che il giornalista Dario Ceccarelli ha dedicato alle grandi rivalità che hanno fatto la storia del ciclismo. Ceccarelli, che ha seguito 11 Giri d’Italia, 5 Tour de France e diversi Mondiali, nel libro non racconta tanto le imprese sportive dei singoli campioni quanto le sfide tra le “grandi coppie” che hanno infiammato e diviso i tifosi nell’arco di un secolo. “Lo sport si nutre di rivalità - ha detto Ceccarelli - così come il giornalismo. Le sfide da sempre sono una materia narrativa formidabile. Nel calcio, nel tennis, nell’automobilismo. Ma niente diventa più epico di una gara tra due avversari che si sfidano a colpi di fatica”. 

Ecco allora che raccontando la rivalità degli Anni Venti-Trenta tra Girardengo e Binda, quella tra Coppi e Bartali che infiammò l’Italia prima e dopo la Guerra, per arrivare alle sfide Merckx-Gimondi, Moser-Saronni, Bugno-Chiappucci, Ceccarelli ripercorre un secolo di storia d’Italia. Con un accenno particolare a Ponte di Legno, nel caso di Alfredo Binda: una località amata dal campione di Cittiglio ma anche dalla sua famiglia: una sorella sposata a Ponte (e lui in “fuga” familiare per fermarsi in piazza a salutarla), le sue figlie Marta e Lauretta che ancora vi trascorrono le vacanze.

La rassegna “Una montagna di cultura…la cultura in montagna”, organizzata da MirellaCultura in collaborazione con la Pro Loco, prosegue venerdì 5 agosto con la presentazione alle 21 al Centro Congressi Mirella del libro fotografico “La memoria della luce”, tratto dall’archivio storico Veclani, che ripercorre la storia di Pontedilegno dagli inizi del ‘900 al 1940.